';
runaway labrunaway lab

Lo spazio si presenta come un open space illuminato su due lati da finestre a nastro e delimitato in altezza da un controsoffitto a quadrotte. La necessità è quella di far coesistere un layout rigoroso, dettato dalle normative che lo regolamentano, con la volontà di creare uno scenario accogliente, liberamente fruibile, a metà strada fra l’estetica razionale della clinica medica e l’estetica pop audace del tatuaggio decorativo.
Fabiana è determinata, è stilosa, è coraggiosa. L’identità del suo spazio non poteva che essere la sua naturale estensione.

runaway lab
proposalclan studio retail design d'interni
proposal clan runaway lab

Il layout è stato studiato identificando e guidando i flussi dell’utente, mascherando o palesandone alcune funzioni, con l’intento di valorizzarne i momenti fondamentali.
Rispetto alle classiche sale d’attesa abulatoriali lo spazio di prima accoglienza è stato ampliato per dimensioni e funzioni, assumendo le fattezze di un salotto-boutique.

pianta destinazioni d’uso/etnografia

Le cromie sono tenui spaziano dal giallo guscio d’uovo al porpora desaturato, scelte campionando le tinte più chiare e più scure della pelle. Le quadrotte del controsoffitto sono state uniformate scegliendo una superficie texturizzata con l’intento di riportare alla memoria la grana della pelle, inoltre, sono state esasperate rivestendo la lunga parete d’ingresso. Il rivestimento si interrompe per lasciare spazio a un ripiano custom multifunzionale con angoli stondati. Sul fondo un’armadiatura bassa su misura contiene e cela il necessario per attrezzare lo spazio a zona ristoro; un ampio piano d’appoggio sottofinestra con ante texturizzate color guscio d’uovo permette di coccolare la clientela con snack e bevande.

La prima zona operativa alla quale si accede è lo spazio per la consulenza; si tratta di una zona filtro altamente scenografica il cui protagonista assoluto è uno specchio a tutt’altezza illuminato da una corona di bulbi a led luminosi per la prova del trucco permanente. Le tinte scelte diventano scure, modulate in due toni di nero desaturato e marrone; anche la pavimentazione si adegua riproponendo lo stesso laminato dell’ingresso ma, questa volta, scuro. La zona trucco è l’anticamera del servizio di Runaway: si fa strada l’inchiostro (i toni scuri) che corregge le imperfezioni della pelle (i toni tenui). All’interno di questa zona filtro è prevista una quinta retroilluminata (con logo) per lo shooting fotografico.

proposalclan retail brescia

A segnare il passaggio fra accoglienza e zona trucco, un elemento architettonico insolito: la porta ad angolo in ottone satinato, un elemento di rottura monolitico che sancisce l’accesso al mondo della dermopigmentazione suggerendo l’abilità raffinata del tatuaggio correttivo.

runaway lab logo
runaway lab proposalclan

Il terzo e ultimo momento individuato, privato e in alcun modo visibile dall’ingresso grazie al layout concentrico delle destinazioni d’uso, è la zona operativa della titolare: composta da un tavolo con tv per le consulenze e le trattative economiche, si apre a uno spazio operativo ampio e luminoso con protagonista il lettino operativo circondato da lungo mobile contenitivo sottofinestra per lo stock del materiale di lavoro. Una postazione minimale per il lavaggio è realizzata attraverso un lavabo in ceramica scura in appoggio a un ripiano a parete con angoli stondati, tone sur tone.

runaway lab proposalclan
runaway lab

proposalclan ©2020
info@proposalclan.com
Via Fenarolo, 30 - 25122 Brescia